II Domenica di Avvento (C)

Lc 3,1-6

Nell’anno quindicesimo dell’impero di Tiberio Cesare, mentre Ponzio Pilato era governatore della Giudea, Erode tetràrca della Galilea, e Filippo, suo fratello, tetràrca dell’Iturèa e della Traconìtide, e Lisània tetràrca dell’Abilène, sotto i sommi sacerdoti Anna e Càifa, la parola di Dio venne su Giovanni, figlio di Zaccarìa, nel deserto.
Egli percorse tutta la regione del Giordano, predicando un battesimo di conversione per il perdono dei peccati, com’è scritto nel libro degli oracoli del profeta Isaìa:
«Voce di uno che grida nel deserto:
Preparate la via del Signore,
raddrizzate i suoi sentieri!
Ogni burrone sarà riempito,
ogni monte e ogni colle sarà abbassato;
le vie tortuose diverranno diritte
e quelle impervie, spianate.
Ogni uomo vedrà  la salvezza di Dio!».

2,760 Visite totali, 1 visite odierne

Una risposta a “II Domenica di Avvento (C)”

  1. Per esperienza personale posso sicuramente testimoniare che il mio incontro con il Signore e ‘ avvenuto in due tempi precisi. Laprima in maniera adolescenziale quindi non troppo seria.SuccessivamenteLui ,attraverso una serie di episodi ha preso posto nel mio cuore senza più lasciarmi . Ora il mio cuore è diventato la Sua quotidiana dimora. Sono con LUI sempre e non ho nessu
    na intenzione di lasciarLo andar via. Ciao Pucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *