Una risposta a “III Domenica di Avvento (Anno B). GAUDETE”

  1. Abbiamo la presunzione conoscerti, viviamo nella convinzione che possano esserci svelati pienamente i tuoi tratti, ma tu Signore, sei sempre oltre ciò che pensiamo di aver compreso di te… per questo siamo invitati a non spegnere lo Spirito, a rimanere connessi per non perdere questa bussola che mi indica come muovermi nel mio quotidiano. Scoprire il luogo del nostro deserto, come luogo in cui trovare quella opportunità
    che mi permette di allungare lo sguardo e di riconoscere che in mezzo a noi sta uno che noi non conosciamo. Dio non smette di entrare nella mia storia, mi ha donato lo Spirito come guida e la Parola come strumento di discernimento… aiutami Signore a rimanere connesso, attento, vigile, fedele… aiutami a vivere la gioia che viene dalla tua presenza nella mia vita perché non rimanga prigioniero del mio Getsemani e goda in pienezza e gratitudine la gioia della resurrezione…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *