Martedì della I settimana di Avvento (anno B)

Lc 10,21-24

In quella stessa ora Gesù esultò di gioia nello Spirito Santo e disse: «Ti rendo lode, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così hai deciso nella tua benevolenza. Tutto è stato dato a me dal Padre mio e nessuno sa chi è il Figlio se non il Padre, né chi è il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio vorrà rivelarlo».

E, rivolto ai discepoli, in disparte, disse: «Beati gli occhi che vedono ciò che voi vedete. Io vi dico che molti profeti e re hanno voluto vedere ciò che voi guardate, ma non lo videro, e ascoltare ciò che voi ascoltate, ma non lo ascoltarono».

 

Gesù esulta di gioia nello Spirito Santo…. Questo breve vangelo esprime una esplosione di gioia, di gratitudine, di lode di Gesù verso il Padre. Come l’esultanza di Maria si esprime attraverso le parole del Magnificat così anche Gesù in questo testo canta la sua lode al Padre facendosi anche portavoce di tutti gli uomini umili e poveri, piccoli e semplici che però sono “beati” perché rientrano nella “benevolenza” del Padre. “Tutto è stato dato a me dal Padre mio”….anche se sono un povero tra i poveri, e nessuno sa nella pienezza chi sono veramente, “se non il Padre” e nessuno, per quanto abbia condotto vita ascetica e studiato la Legge conosce veramente il Padre, ma solo questo povero, “il Figlio” che da Lui viene.

Il Figlio vuole rivelarlo. Guardandosi attorno si trova circondato da uomini piccoli e semplici, sono essi, i discepoli che hanno avuto la capacità di vedere oltre e di ascoltare col cuore riconoscendo la Verità. “Beati gli occhi che vedono ciò che voi vedete. Io vi dico che molti profeti e re hanno voluto vedere ciò che voi guardate, ma non lo videro, e ascoltare ciò che voi ascoltate, ma non lo ascoltarono”….. Il Padre “ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili”.

257 Visite totali, 0 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *