Un giorno speciale. 22 sett 2017

 

Ore 20:00. È già silenzio prima dei vespri.

Questa sera l’aria respira di buono, di unico.
E mentre i grandi iniziano a pregare in cappella, i ragazzi aiutano i bambini a gonfiare palloncini ed appendere festoni in refettorio.
 
Nel cuore di tutti, presenti e non, stasera ci sono tre persone. Nelle preghiere riecheggiano i loro nomi
       Carlo, Bernardo, Rosario
È un giorno speciale!
 
Fra Carlo e Fra Bernardo festeggiano il 5° anno di ordinazione sacerdotale.
Cosa c’è di più bello di pregare per la persona che ti ha fatto conoscere la bellezza della fraternità, la dolcezza di un abbraccio, la semplicità di amare?
Eppure…qualcosa c’è!… sapere che tuo figlio compie gli anni proprio in quel giorno!
Inevitabilmente pensi che quel bimbo è nato sotto una buona stella! E che quella meravigliosa comunità possa diventare la sua famiglia, i suoi fratelli.
 
Un Ave Maria musicata da Fabio fa vibrare i cuori di tutti. Alla Mamma si affidano i figli, solo Lei conosce i loro cuori e sa di cosa hanno bisogno nella loro vita…
           Carlo, Bernardo,Rosario
Cosa desiderare se non la santità?
O semplicemente il dono di vivere ogni giorno con la gioia nel cuore, di essere felici per quello che si ha e non disperare mai per quello che non si ha.
 
Poi la foto di rito da condividere con chi è lontano e da imprimere nella memoria di chi è presente. 
 
Dopo la preghiera, la cena. Un bellissimo bouquet di palloncini creato dai ragazzi dedicato a Rosario.
 
  (Quando ho proposto di festeggiare Rosario in fraternità la voce quasi tremava… era un passo importante, una dichiarazione d’amore verso la famiglia che abbiamo scelto per festeggiare il terzo compleanno del nostro terzogenito. Un timido messaggio di Angelo inviato privatamente a Fra Carlo chiedeva di poter festeggiare…arriva una risposta ancor prima pubblica che privata… Fra Carlo informa tutti che venerdì 22 dopo i vespri si festeggerà il compleanno di Rosario…
Ero felice, gli occhi sgranati, il cuore grato!)
 
La magia della fraternità. Tanta umiltà, nessuno lì per giudicare, criticare o condannare; solo accoglienza, calore, gioia e condivisione. Tutto nella massima semplicità.
 
Quanto affetto per noi e per il nostro piccolino che, con dolcezza, scartando i meravigliosi regali, dice: “Grazie a tutti”
Non c’è sacrificio, non c’è stanchezza, non c’è follia che non faresti per loro…
 
Festeggiare il compleanno di Rosario all’Eremo è stata la cosa più bella che potessimo fare.
 
Grazie Carlo.
 
Auguri piccolo amore mio 💙
 
Elvira Branchè
Simpatizzante Francescana 😊
 
 

352 Visite totali, 1 visite odierne

Una risposta a “Un giorno speciale. 22 sett 2017”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *